AICCRE: I Comuni della Pedemontana guardano verso l'Europa - Unione Pedemontana Parmense

archivio notizie - Unione Pedemontana Parmense

AICCRE: I Comuni della Pedemontana guardano verso l'Europa

I Comuni dell’Unione Pedemontana Parmense guardano sempre di più all’Europa. Collecchio, Montechiarugolo e Sala Baganza sono stati infatti eletti nel Consiglio Nazionale di AICCRE, l’Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa. A rappresentarli saranno, rispettivamente, la sindaca Maristella Galli, la vicesindaca Laura Scalvenzi e il consigliere Norberto Vignali.


Un riconoscimento importante per i tre enti della Pedemontana, impegnati sulle tematiche europee e gli scambi internazionali, eletti lo scorso 31 marzo dall’assemblea congressuale dell’associazione che ha riconfermato alla presidenza il governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Da anni tutti i cinque Comuni dell’Unione prendono parte a progetti dell’UE, anche in forma associata, che riguardano ad esempio l’immigrazione, il mondo del volontariato e l’ambiente. Uno sguardo aperto oltre i confini nazionali testimoniato anche dall’adesione al SERN (Sweden Emilia-Romagna Network), organismo nato per la pianificazione e realizzazione di progetti europei tra gli enti locali d’Italia e Svezia, che conta nel suo board lo stesso Vignali.


AICCRE, associazione governativa senza scopo di lucro che conta tra i suoi iscritti anche Felino e Traversetolo, è formata dai rappresentanti delle istituzioni locali (Comuni, Unioni, Province, Città metropolitane e Regioni), partecipa a bandi dell’UE e realizza iniziative per lo sviluppo della cultura, della democrazia istituzionale e dell'unità politica dell'Europa. Ad esempio, attraverso i gemellaggi e la creazione dei GECT, i Gruppi Europei di Cooperazione Territoriale nati per favorire la collaborazione transnazionale e interregionale tra gli enti degli Stati membri, con l’obiettivo di attuare progetti comuni, condividere conoscenze e migliorare il coordinamento della pianificazione territoriale. Tra questi GECT c’è “Le terre di Matilde in Europa”, organizzazione con personalità giuridica che vede tra i promotori l’Unione Pedemontana, alla quale hanno aderito oltre cinquanta tra enti, associazioni e fondazioni di Italia, Belgio, Germania, Francia e Croazia. Una preziosa rete finanziata dall’Unione Europea per il recupero del patrimonio storico, la valorizzazione delle vie di collegamento, delle bellezze paesaggistiche e la promozione turistica.


«Non possiamo che esprimere una grande soddisfazione per l’elezione dei nostri enti nel Consiglio nazionale di AICCRE – sottolineano Galli, Scalvenzi e Vignali –. Un risultato che rappresenta un premio al lavoro svolto per favorire la collaborazione in un’ottica europea, che da anni ci vede impegnati, affinché le idee e i valori dei nostri territori di cultura, pace e democrazia, basati sui principi di solidarietà e sussidiarietà, concorrano alla crescita di un’Europa che veda i cittadini non solo spettatori, ma artefici e parte attiva della sua unità».


Pubblicato il 
Aggiornato il