Da lunedì 26 aprile, l'Emilia-Romagna torna in zona gialla - Unione Pedemontana Parmense

archivio notizie - Unione Pedemontana Parmense

Da lunedì 26 aprile, l'Emilia-Romagna torna in zona gialla

Da lunedì 26 aprile, l'Emilia-Romagna torna in zona gialla

Da lunedì 26 aprile, l'Emilia-Romagna torna in ZONA GIALLA. La declassificazione del territorio regionale in area a rischio moderato di contagio da covid-19, è stata disposta nella giornata di venerdì 23 aprile dal ministro della Salute Roberto Speranza per mezzo di una nuova ordinanza (Link al testo integrale), alla luce dell'andamento epidemiologico. 


Nelle zone gialle viene in particolare consentita la riapertura di bar, ristorantimusei e il rientro a scuola in presenza al 100% per gli alunni delle scuole elementari e medie, tra il 70 e il 100% per quelli delle superiori. Per le università, sono analogamente previste lezioni prioritariamente in presenza.  


Le misure previste per le zone bianche, gialle, arancioni e rosse, sono quelle che erano state stabilite dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con il Dpcm del 2 marzo 2021 (Link al testo del Dpcm), successivamente modificate e integrate dalle norme introdotte con il decreto "Riaperture" (Link al testo integrale), approvato lo scorso 21 aprile e che entrerà in vigore sempre a partire da lunedì 26 aprile fino al 31 luglio 2021


Oltre a modificare e integrare quanto previsto con il Dpcm del 2 marzo, il nuovo decreto-legge proroga fino al 31 luglio lo stato d’emergenza connesso all’emergenza sanitaria in atto, conferma il coprifuoco dalle 5 alle 22 e introduce su tutto il territorio nazionale la cosiddetta cosiddetta “Certificazione Verde Covid-19”,  un documento comprovante lo stato di avvenuta vaccinazione o la guarigione, oppure la negatività di un test molecolare o antigenico rapido. La certificazione, consentirà gli spostamenti tra regioni localizzate in zona rossa ed arancione, mentre tra zone gialle e bianche ci si potrà muovere liberamente. Le certificazioni di avvenuta guarigione e di vaccinazione avranno una validità di sei mesi (per la vaccinazione a far data dalla somministrazione della seconda dose), mentre quella relativa al tampone avrà una validità di 48 ore. Gli analoghi "pass" rilasciati negli Stati membri dell’Unione europea, verranno riconosciuti come equivalenti, così come quelli rilasciati in uno Stato terzo a seguito di una vaccinazione riconosciuta nell’UE.

 

Si ricorda che fino a domenica 25 aprile, l'Emilia-Romagna rimane in ZONA ARANCIONE con le disposizioni non ancora integrate dal nuovo decreto-legge (Link alle restrizioni valide fino al 25 aprile).

 

Di seguito, zona per zona, le misure che entreranno in vigore a partire da lunedì 26 aprile:

 

 

 

 

 

Consulta tutti gli aggiornamenti dall'inizio della pandemia


Pubblicato il 
Aggiornato il