Super Green pass anche per i trasporti e nuove regole per la quarantena - Unione Pedemontana Parmense

archivio notizie - Unione Pedemontana Parmense

Super Green pass anche per i trasporti e nuove regole per la quarantena

Quarantena, Green pass rafforzato, trasporti e scuola: dal 10 gennaio 2022 cambiano le regole. Il Governo Draghi ha infatti approvato, nella giornata di mercoledì 29 dicembre, un ulteriore decreto-legge che va ad integrare e modificare le misure anti-contagio approvate lo scorso 23 dicembre con il cosiddetto "Decreto Festività" (Leggi QUI).

 

A partire dal 10 gennaio 2022, le attività sociali e ricreative potranno essere svolte soltanto da chi ha il Green pass rafforzato che viene rilasciato a vaccinati e guariti. Una regola che sarà valida sia per le attività nei locali al chiuso, sia all’aperto.

Cambiano anche le regole della quarantena, che non dovrà più essere rispettata da chi è vaccinato con due dosi da meno di 4 mesi o con tre dosi. Rimane invece la quarantena per chi non è vaccinato.

 

Niente quarantena con 2 dosi entro i 4 mesi

In caso di contatto stretto con una persona positiva al covid-19. non deve fare quarantena chi ha completato il ciclo vaccinale primario o la dose di richiamo o è guarito da 120 giorni. Fino al decimo giorno successivo all’ultimo contatto queste persone hanno l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo Ffp2 e di effettuare — solo se sintomatici — un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima esposizione al caso. La cessazione della quarantena o dell’auto-sorveglianza «consegue all’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare, effettuato anche presso centri privati; in tale ultimo caso la trasmissione all’Asl del referto a esito negativo, con modalità anche elettroniche, determina la cessazione di quarantena o del periodo di auto-sorveglianza».

 

Positivi e non vaccinati: isolamento di 10 giorni

Restano in vigore le regole della quarantena per i non vaccinati: le persone non vaccinate che hanno avuto un contatto stretto con una persona positiva hanno l’obbligo di rimanere in quarantena per 10 giorni. Anche le persone asintomatiche risultate positive devono osservare un periodo di isolamento di almeno 10 giorni a partire dalla data di prelievo del tampone risultato positivo, al termine del quale risulti eseguito un test molecolare (non antigenico) con esito negativo. Le persone sintomatiche devono osservare un periodo di isolamento di almeno 10 giorni dalla comparsa dei sintomi accompagnato da un test molecolare con riscontro negativo eseguito dopo almeno 3 giorni senza sintomi.

Per "contatti stretti" delle persone risultate positive al covid -19 si intendono: i conviventi; chi ha avuto un contatto fisico diretto (per esempio la stretta di mano); chi è stato a contatto diretto non protetto con le sue secrezioni (ad esempio fazzoletti di carta usati); chi è stato a contatto diretto (faccia a faccia) per oltre 15 minuti a meno di 2 metri di distanza senza protezione in un ambiente chiuso; il passeggero in treno o in aereo seduto a meno di 2 posti di distanza; i compagni di viaggio e il personale addetto alla sezione dell’aereo o del treno dove la persona positiva era seduta; il personale sanitario senza adeguati dispositivi di protezione.

 

Dai ristoranti agli hotel, dove serve il Super Green pass

Super Green pass necessario negli alberghi e in tutte le strutture ricettive. E anche per partecipare alle feste conseguenti alle cerimonie civili e religiose (come i matrimoni), per le sagre e le fiere, per i centri congressi. Solo vaccinati e guariti possono frequentare piscine e centri benessere anche all’aperto. La limitazione è estesa agli sport di squadra e ai centri natatori, palestre, centri culturali, sociali e ricreativi. Anche per andare a sciare servirà il «super» green pass, negli «impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici».

 

Bus, metro, treni, aerei: solo vaccinati o guariti

Green pass rafforzato anche per tutti i mezzi di trasporto, sia a lunga percorrenza, sia per il trasporto pubblico urbano, che fino ad ora era rimasto escluso. Per salire a bordo di tutti questi mezzi è già obbligatorio indossare la mascherina Ffp2. L'elenco comprende: treni dell’alta velocità, treni a lunga percorrenza, treni regionali, aerei; navi, autobus, tram, metropolitane. Sarà quindi impossibile spostarsi con i mezzi pubblici nelle città senza il green pass rafforzato. A bordo dei taxi è obbligatorio sia per il conducente, sia per il passeggero indossare la mascherina, anche se l’autovettura è dotata di parete divisoria per separare passeggero e conducente. Resta vietato sedere al lato del guidatore.

 

Stadi, pubblico ridotto: all’aperto soglia del 50%

La capienza prevista per gli impianti sportivi all’aperto è pari al 50 per cento di quella massima consentita, al chiuso al 35 per cento. Negli stadi e nei palazzetti dello sport all’aperto e al chiuso sarà sempre obbligatorio esibire il Green pass rafforzato e indossare la mascherina. È vietato il consumo di cibi e bevande sia negli impianti all’aperto, sia in quelli al chiuso e non è consentita la vendita di prodotti alimentari all’interno. Il protocollo già in vigore prevede che ci siano percorsi separati per l’ingresso e l’uscita degli spettatori. Si devono prevedere meccanismi che evitino gli assembramenti e i posti devono essere numerati.

 

Mascherine Ffp2 obbligatorie anche al cinema e a tutti gli spettacoli o concerti

Resta in vigore l’obbligo di indossare le mascherine, almeno chirurgiche, anche all’aperto e pure quando si è in zona bianca. Per accedere a spettacoli all’aperto e al chiuso in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo (e altri locali assimilati, sarà obbligatorio, invece, indossare mascherine Ffp2 e resterà in vigore il divieto di consumare cibi e bevande al chiuso. La mascherina Ffp2 è obbligatoria a bordo di: treni, aerei, navi, autobus, tram, metropolitane.

 

Scuole, lo screening dei militari

Con una nota inviata alle scuole il ministero dell’Istruzione ha avviato la rilevazione del fabbisogno di mascherine FfP2 da distribuire secondo quanto previsto dal decreto legge approvato prima di Natale. In particolare «sarà rilevato il fabbisogno delle mascherine necessarie per il personale “preposto alle attività scolastiche e didattiche nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole di ogni ordine e grado, dove sono presenti bambini e alunni esonerati dall’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie”». La nota prevede che «i dirigenti scolastici dovranno indicare i quantitativi necessari entro il prossimo 4 gennaio in modo che la distribuzione possa essere organizzata in tempo per il rientro». Il commissario Francesco Paolo Figliuolo avvierà anche lo screening nelle scuole con l’ausilio dei militari.

 

Fino alla fine di gennaio niente feste e discoteche chiuse

Fino al 31 gennaio 2022: sono vietati gli eventi, le feste e i concerti, comunque denominati, che implichino assembramenti in spazi all’aperto; saranno chiuse le sale da ballo, discoteche e locali assimilati, dove si svolgono eventi, concerti o feste comunque denominati, aperti al pubblico. Una circolare del Viminale ha raccomandato l’intensificazione dei controlli in vista del Capodanno da estendere anche al giorno precedente e a quelli successivi in modo da evitare assembramenti anche se non si tratta di eventi organizzati. Nelle abitazioni private non è possibile prevedere alcun divieto, ma viene comunque raccomandato di evitare incontri con molte persone e in ogni caso di indossare la mascherina in presenza di persone con fragilità e persone anziane.

 

Il Green pass rafforzato sarà valido per sei mesi

Il governo ha stabilito che dal 1° febbraio il Green pass rafforzato sarà valido per sei mesi dall’ultima somministrazione di vaccino o dal certificato che attesta la guarigione.

 


Pubblicato il 
Aggiornato il